Il frammento di oggi è musicale. Nell’anno del 40° anniversario di “The Dark Side of the Moon” ho scelto una canzone particolare dei Pink Floyd, la quinta il quel capolavoro incredibile che è “A Scarceful of Secrets” del ’68. Si tratta di “Corporal Clegg” (il caporale Clegg), ed è la prima opera della band che tratta il tema della guerra, poi ampiamente ripreso in seguito. L’autore è Roger Waters, che proprio oggi si esibirà allo Stade de France di Parigi con il suo tour “The Wall“. Il padre di Waters perse la vita nel 1944, durante la Seconda Guerra Mondiale, e Roger riprese la sua vicenda biografica costruendo il personaggio del Caporale (Corporal) Clegg in modo tale da mettere a nudo, con toni beffardi, l’ipocrisia e l’orrore della guerra. Clegg ritorna dal campo di battaglia insignito di un’onoreficenza particolare, una bella gamba di legno, e sogna di ricevere una medaglia da Sua Maestà la Regina d’Inghilterra. Il testo è imperdibile, così come l’interpretazione musicale.

“Corporal Clegg”

Corporal Clegg had a wooden leg
He won it in the war, in 1944.
Corporal Clegg had a medal too
In orange, red, and blue
He found it in the zoo.
Dear, dear were they really sad for me?
Dear, dear will they really laugh at me?
Mrs. Clegg, you must be proud of him.
Mrs. Clegg, another drop of gin.
Corporal Clegg umbrella in the rain
He’s never been the same
No one is to blame
Corporal Clegg recieved his medal in a dream
From Her Majesty the queen
His boots were very clean.
Mrs. Clegg, you must be proud of him
Mrs. Clegg, another drop of gin.

Copertina di "A Scarceful of Secrets", 1968

Copertina di “A Scarceful of Secrets”, 1968