Qualche litro di birra, quattro amici e nessun pronostico o certezza su come si evolverà la serata da passare assieme.

L’unica garanzia? Aver trovato in quel pub uno spensierato rifugio al riparo dagli stress settimanali.

Si staglia quindi di fronte a noi un insieme di istanti mai banali: momenti sinceri in cui si condividono opinioni – serie o ritenute tali che siano – aneddoti, battute e demenzialità sparse; il tutto condito in salsa mista di originale serietà e disarmante idiozia.

Con questo spirito vogliamo proporre il nostro blog, il cui nome altisonante nasconde in realtà il semplice desiderio di colmare i momenti di vuoto quotidiano. La nostra intenzione infatti è quella di condividere una miscellanea di argomenti e riflessioni da noi annotati: sia che abbiano il profumo di trascendenza Zen, sia che ricordino vicende da osteria, questi hanno tutti pari diritto a far parte dell’ infinita collezione di frammenti mancanti.

Eccoci quindi a raccogliere e scambiare ogni giorno i pezzi di quel puzzle senza istruzioni che si chiama vita